page loader

Cannabis Terapeutica in Medicina Veterinaria: Luci e Ombre

“Il bilancio della giornata può essere sicuramente considerato positivo, la numerosa partecipazione ha senza dubbio sancito il forte interesse per l’argomento”

Luglio 04, 2018
| | |
150 Likes
| Condivisioni:
Image Carousel

 

Si è tenuto nel weekend a Perugia, presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria, il Convegno “Cannabis Terapeutica in Medicina Veterinaria: Luci e Ombre”, organizzato dal Centro di Studio sul Dolore Animale dell’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con Associazione CanapAmo Umbria.

CanapAmo, è una giovane Associazione che da alcuni anni lavora promuovendo eventi, incontri, in cui si realizzano connessioni tra cittadini, medicini, agricoltori e tutti quegli utenti in generale interessati al mondo della Cannabis.

Gli interventi

La giornata si è aperta con l’intervento della Dott.ssa Giorgia Della Rocca, del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Perugia.

I Temi approfonditi, “Sistema endocannabinoide e loro ruolo biologico” e “La Cannabis e i suoi principi attivi: cenni di fitoterapia” hanno fornito un quadro generale che ci porta ad affermare come la Cannabis ed i suoi estratti, in ambito animale, possano sicuramente rappresentare un ottimo alleato, tuttavia è necessario sviluppare Studi e Ricerca per saperne di più in termini di risultati e certezze.

“Con le relazioni che si sono succedute si è cercato di fornire ai partecipanti un quadro equilibrato e costruttivo di un ‘hot topic’ davvero complesso – ha commentato la Dott.ssa Della Rocca - facendone emergere le tantissime criticità, ma evidenziando al contempo le potenziali possibilità applicative”.

“Sicuramente molta strada c’è ancora da fare, sia in termini legislativi, dal momento che ancora non c’è chiarezza attorno all’argomento, sia e soprattutto in termini di ricerca: solo con studi preclinici e clinici si potrà infatti confermare (si spera) l’effettiva efficacia e tollerabilità di questa pianta dalle numerose potenzialità”.

Presente il mondo dei Farmacisti, con Alessandro Betti della ‘Farmacia Betti’ di Terni sul Tema delle “Preparazioni magistrali e ricettazione”, mentre Stefano Coaccioli del Dipartimento di Medicina di Perugia ha illustrato un percorso di Studi realizzati fino ad oggi in cui si mette in evidenza l’efficacia terapeutica dei Cannabinoidi.

L'esperienza dei veterinari

La Dott.ssa Elena Battaglia, che opera in Liguria, ha testimoniato le proprie esperienze, ad esempio quella di un gatto caduto dal balcone che presentava delle fratture.

Dopo quasi due mesi senza aver usato CBD il gatto camminava relativamente bene ma non saltava e mostrava dolore. Dopo due mesi di trattamento con CBD il gatto è tornato a correre e a saltare come prima.

 

Cannabis Terapeutica in Medicina Veterinaria: Luci e Ombre

 

Altro esempio è quello di un Carlino di cinque mesi che presentava una incongruenza articolare per chiusura prematura cartilagini di accrescimento ulna; ciò creava una grave zoppia. Grazie ad una cura con cannabidiolo, il cane è tornato a correre in attesa poi di un intervento risolutivo che si è svolto a distanza di dieci giorni dal trattamento con CBD.

Il Dott. Daniele Corlazzoli, che opera in una clinica Veterinaria privata a Roma Sud, oltre a riportare la propria esperienza, ha evidenziato come siamo appena all’inizio del percorso che ci porterà a stabilire quanto la Cannabis sia effettivamente efficace negli animali da qui la necessità di investire in Studi e Ricerca.

“Il bilancio della giornata può essere sicuramente considerato positivo - conclude la Dott.ssa Della Rocca - la numerosa partecipazione da parte di veterinari provenienti da svariate regioni d’Italia, e i numerosi feedback inviati dai partecipanti, hanno senza dubbio sancito il forte interesse per l’argomento trattato e il successo dell’iniziativa”.

 

 

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi piace alla Pagina Facebook Enecta e sarai sempre aggiornato sulle notizie e le novità che riguardano il mondo della Cannabis e del CBD!

 

 

Tag:
Lascia un commento

I vostri commenti saranno moderati prima di essere pubblicati