page loader

CBD, Olio di Cannabis e metodi di estrazione

IL CBD, si sta affermando sempre più come un supporto alla nostra quotidianità. L’olio di Cannabis “può essere integrato alla normale dieta per favorire e proteggere il corretto funzionamento dei processi fisiologici"

Agosto 02, 2016
| | |
150 Likes
| Condivisioni:
Image Carousel

IL CBD, di cui abbiamo avuto modo già di parlare in maniera approfondita nel nostro Blog, si sta affermando sempre più come un supporto alla nostra quotidianità.

L’olio di CBD “può essere integrato alla normale dieta per favorire e proteggere il corretto funzionamento dei processi fisiologici, dal metabolismo alle difese immunitarie [1]. 

L’utilizzo dell’Olio di CBD può essere adattato per alleggerire stress, ansia e insonnia grazie alle proprietà calmanti, antinfiammatorie, analgesiche e antiossidanti del cannabidiolo.

Il CBD interagisce direttamente con il sistema endocannabinoide. Questo è un sistema di comunicazione, una rete di recettori che percorre tutto il nostro organismo, compreso il cervello. E’ molto importante perché modula tutte le funzioni del nostro corpo. Il CBD interagisce legandosi agisce legandosi ai recettori di questo sistema, cercando di stabilire un corretto funzionamento fisiologico dell’organismo.

Il CBD è stato isolato per la prima volta dagli scienziati nel 1940, alla vigilia del proibizionismo. Negli anni 50 l’Italia era leader mondiale nella produzione di Canapa, settore inseguito abbandonato per diverse strategie economiche ed oggi invece assistiamo ad una riconsiderazione della canapa ed a una nuova fase di investimento.

Sono molti i ricercatori che conducono nuovi studi sui potenziali benefici derivanti dall’uso dei cannabinoidi. Per citare un caso su tutti quello legato ai benefici riscontrati sui bambini malati di epilessia.

Il Dottor Sanjay Gupta, medico statunitense di fama mondiale che fino a pochi anni fa era dichiaratamente contrario all’uso della Cannabis, ha di recente avviato nuove indagini sul potenziale dei cannabinoidi fino a girare un documentario con l’obiettivo di dimostrare gli effetti benefici del CBD, dimostrati con il caso di Charlotte Figi, una bambina malata di epilessia.

Estrazione – I metodi di estrazione sono vari, ne citiamo tre. Estrazione con olio vettore. L’olio di semi di canapa viene utilizzato come vettore, cioè si fa trasportatore dei principi attivi contenuti negli oli essenziali. Estrazione con CO2 o subcritica: è considerato il metodo di estrazione più sicuro, scientifico e igienico degli altri. Questo metodo di estrazione prevede temperature estremamente alte o basse affinche i cannabinoidi abbiano un ambiente protettivo in cui conservarsi o isolarsi. Ciò permette ai cannabinoidi di mantenere la propria integrità e quindi una maggiore qualità del prodotto finale. L’altro metodo di estrazione che citiamo è l’Estrazione con solvente: metodo utilizzato soprattutto da piccoli produttori di olio di CBD per via dei costi contenuti, strumentazione facilmente reperibile e semplicità del processo di estrazione. I solventi utilizzati sono butano, alcol di cereali, alcol isopropilico, esano ed etanolo. Quindi ne consegue che sia anche il metodo più pericoloso.

In conclusione possiamo affermare che tra i tre metodi di estrazione citati quello che ha assicura un prodotto finale di qualità è con ogni probabilità l’Estrazione con CO2 o subcritica.

 

Tag: Blog , Cannabidiol , cannabis , Cannabis Terapeutica , CBD , Enecta , redirect
Lascia un commento

I vostri commenti saranno moderati prima di essere pubblicati