page loader

Enecta, il CBD (Cannabidiolo) fa bene anche a Cani e Gatti?

“L’obiettivo più realistico è quello di dare a Jack 3 anni in più di buona qualità della vita senza gli effetti collaterali dei farmaci convenzionali, allo stesso tempo nel caso in cui l'epilessia si aggravi dovrò rivolgermi all'eutanasia, perché non ha senso soffrire e riempirsi di droghe”

Marzo 26, 2018
| | |
150 Likes
| Condivisioni:
Image Carousel

 

 

Il dibattito sui benefici della Cannabis in ambito terapeutico da qualche tempo si è spostato sui nostri amici a quattro zampe. Può essere di supporto la Cannabis per Cani e Gatti?

Sebbene la Scienza sta costruendo praticamente ora una letteratura in grado di supportare le ragioni del Si, possiamo affermare che la Cannabis possa essere di grande aiuto per contrastare alcune patologie.

“L’uso terapeutico della cannabis - spiega Carla Bernasconi, presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari di Milano dalle colonne di ‘Ok Salute’ - è descritto, più che come ansiolitico, come antidolorifico, soprattutto nel post chirurgico. Come nella medicina umana, anche in quella veterinaria può avere effetti positivi, quindi non vedo nulla di male nel suo utilizzo”.

 

 

Gli effetti, o meglio le reazioni, del THC su Cani e Gatti è da chiarire in maniera più precisa tuttavia se concentriamo le nostre attenzioni sul CBD possiamo avere già testimonianze importanti.

Il primo a sdoganare la Cannabis per curare i Cani è stato il dottor Douglas Kramer il quale andando contro l’establishment delle sanità cominciò a curare il suo Husky malato con la Cannabis.

All’Associated Press dichiarò: “Mi sono stancato di dover sopprimere animali domestici, quando non stavo facendo nulla per rendere la loro vita migliore”.

L’esperienza diretta di Enecta racconta la storia di Jack, un Pastore Belga Malinois di 7 anni, affetto da una forma di Epilessia resistente, che grazie al supporto di Premium Hemp Extract 10%, ha trovato dei risultati molto importanti. "Jack ha iniziato a sembrare meno stressato ed ora sto cercando di aggiustare il dosaggio, attualmente fissato a 2 mg al giorno, preso a colazione ea cena. Il mio obiettivo è trovare il dosaggio CBD corretto per lui che mi permetta di smettere di usare anche il Phenobarbital”.

“L’obiettivo più realistico è quello di dare a Jack 3 anni in più di buona qualità della vita senza gli effetti collaterali dei farmaci convenzionali, mantenendo la dose di Phenobarbital al minimo. Allo stesso tempo, sono anche consapevole del fatto che, nel caso in cui l'epilessia si aggravi e sfugga al controllo, dovrò rivolgermi all'eutanasia perché non ha senso soffrire e riempirsi di droghe”.

Jack prende 0,6 ml di olio al giorno, 0,3 ml per la colazione e 0,3 ml per la cena. “Con il CBD Jack è più rilassato, giocherellone e più felice. Se ne sono accorti anche i vicini che fanno commenti su come Jack sembri più giovane. Abbiamo iniziato ad allenarci insieme, un’attività che fino a 10 mesi era vietata!”

 

 

Se hai trovato interessante questo articolo metti Mi piace alla Pagina Facebook Enecta e sarai sempre aggiornato sulle notizie e le novità che riguardano il mondo della Cannabis e del CBD!

 

Tag: Benessere , Blog , Cani , Cannabidiol , Cannabis Terapeutica , CBD , CBDOil , Enecta , Focus , Food , Gatti , Health , Hemp , HempOil , MedicalCannabis , News , Oil , Omega3 , Omega6 , Performance , Pets , Recovery , Relax , Relaxing , Stress , Support
Lascia un commento

I vostri commenti saranno moderati prima di essere pubblicati