page loader

Le testimonianze Enecta: "Il CBD? Una buona abitudine quotidiana"

    In questo articolo pubblichiamo la seconda testimonianza della nuova rubrica di Enecta in cui raccoglieremo le testimonianze dei nostri clienti, storie di quotidianità come le tante che incontriamo tutti i giorni nel nostro lavoro!    CBD? e che cos'è? Questa è la stata la mia prima reazione quando me ne parlò un a

Giugno 15, 2017
| | |
150 Likes
| Condivisioni:
Image Carousel

 

 

In questo articolo pubblichiamo la seconda testimonianza della nuova rubrica di Enecta in cui raccoglieremo le testimonianze dei nostri clienti, storie di quotidianità come le tante che incontriamo tutti i giorni nel nostro lavoro! 

 

CBD? e che cos'è?

Questa è la stata la mia prima reazione quando me ne parlò un amico.
Non sono mai stato molto amichevole e ben disposto verso sigle o acronimi, il richiamo al mondo chimico e farmaceutico mi ha sempre messo un pò di inquietudine onestamente.
Parliamo di cannabis ed estratti naturali.. allora già meglio! A quel punto è salita la curiosità, accentuata da un passato di consumatore più o meno abituale del fratello "cattivo" del CBD, ovvero il THC.

La prima volta che ho provato il CBD è stato in una fiera a Roma, passando dallo stand Enecta.

Come prima cosa ho notato il corner dove facevano provare i cristalli.. quindi mi sono messo ordinatamente in fila e ho atteso il mio turno.

Mi sono trovato di fronte ad un bong di discrete dimensioni (i cristalli vanno tendenzialmente assunti tramiet vaporizzazione), ma ho rotto gli indugi e fatto una bella aspirata.

La sensazione è stata subito piacevole, ma devo onestamente dire che l'assunzione tramite strumenti di vaporizzazione è ormai una cosa cui sono disabutato, e non ho avuto voglia di continuare la scoperta di questo prodotto nella forma dei cristalli.

Ho quindi virato senza dubbi sull'Olio (che vendevano in diverse concentrazioni), ho acquistato tre boccette che ho portato con me a casa. Ho cominciato ad assumerle già dal lunedì, prima di andare in ufficio.

Al di là del gusto amarognolo (che a me personalmente piace molto), l'effetto che ho provato è stato di una piacevole rilassatezza e lucidità, come se la presenza della mia mente fosse sovraesposta e... più presente!

Ma la cosa più bella è stata la sera, ovvero uscire dall'ufficio con la testa praticamente fresca e riposata..quando in genere dopo 10 intense ore di lavoro non mi ritrovavo nemmeno le forze mentali per andare a bere una birra.

Inutile dire che, cercando sempre di mantenere un dosaggio limitato, è diventata una buona abitudine quotidiana, con la scoperta di qualche utile effetto collaterale.

Gioco infatti in una squadra amatoriale di calcio a 11.. dove l'acido lattico percepito dopo una partita è inversamente proporzionale al livello tecnico..e direttamente proporzionale all'età. Alla veneranda soglia dei 37 anni (ma che giochi a fare ancora, direte), tre gocce di CBD la mattina dopo sono un ottimo alleato!

Paolo T.

 

- Leggi la prima testimonianza

Tag:
Lascia un commento

I vostri commenti saranno moderati prima di essere pubblicati