È il tuo primo acquisto su Enecta.it?

Usa il codice CBD15 per ottenere il 15% di sconto. Hai fino a 30 giorni per restituire gratuitamente il prodotto, in caso non fossi soddisfatto del tuo acquisto.

Il CBD, un rimedio naturale per dormire.


Come il CBD interviene sui disturbi del sonno?

Dormire poco è dannoso per la salute. In uno studio recente è stato dimostrato che la deprivazione del sonno fa aumentare la beta-amiloide nell’ippocampo e nel talamo e questo costituisce un fattore di rischio per l’Alzheimer.

In Italia 4 milioni di persone accusano cronicamente insonnia e circa 12 milioni non hanno una buona qualità del sonno. Più del 40% della popolazione mondiale soffre di disturbi del sonno!

Il cannabidiolo o CBD regola il sistema endocannabinoide, quella rete recettoriale dell’organismo umano deputata a mantenere l’omeostasi, cioè l’equilibrio, all’interno del corpo. Recenti ricerche hanno dimostrato che il sistema endocannabinoide endogeno è coinvolto nella regolazione del ritmo circadiano sonno-veglia, incluso il mantenimento e la promozione del sonno.

 

Il CBD, grazie alla sua azione neuroprotettiva, antinfiammatoria e antiossidante si rivela utile nel combattere l’insonnia.

Non sono ancora del tutto chiari i meccanismi specifici per i quali il CBD eserciti un’azione benefica sul sonno, ma il ruolo del sistema endocannabinoide sul regolazione del ritmo circadiano dimostra una teorica connessione tra il cannabidiolo e il dormire bene.

I prodotti Enecta a base di CBD sono sicuri, non sono psicoattivi e sono molto ben tollerati dall'organismo umano. Il dosaggio di CBD da assumere è soggettivo in quanto il metabolismo del CBD essendo implicato in molti processi fisiologici come modulatore di altri sistemi varia da persona a persona.

 


Cosa dice la scienza?

  • Una revisione scientifica del 2017 sostiene che secondo diverse ricerche il CBD ha un potenziale terapeutico per il trattamento dell'insonnia. Invece il THC, un'altra molecola contenuta nella pianta di cannabis, può ridurre la latenza del sonno, ma può compromettere la qualità del sonno a lungo termine.

  • Un interessante studio delle Università di Berkeley e Palo alto pubblicato su Pubmed ha analizzato le varietà di cannabis preferite da un gruppo di pazienti che soffriva di insonnia cronica e un altro gruppo che aveva incubi notturni. I primi preferivano prodotti ad alto contenuto di CBD e un contenuto medio di THC più basso, i secondi preferivano invece una varietà sativa. Un secondo studio suggerisce infatti che il nabilone, cioè THC sintetico, può ridurre gli incubi associati al disturbo post traumatico da stress e migliorare il sonno nei pazienti affetti da dolore cronico.

  • Il CBD è efficace per il disturbo del comportamento del sonno REM e l'eccessiva sonnolenza diurna. Uno studio condotto all’università di Taipei dimostra come il CBD possa influenzare direttamente il ciclo notturno, evitando la soppressione del sonno REM nei pazienti con disturbo da stress post traumatico. Un altro studio condotto su adolescenti con la stessa patologia dimostra anch’esso un miglioramento della qualità del sonno quando assumevano CBD sublinguale.

  • Gli effetti positivi del CBD sul sonno e sugli incubi sono rilevati anche in altri studi, fra cui l’interessante caso di riduzione degli incubi e dei movimenti notturni nella fase REM del sonno in chi soffre di morbo di Parkinson.

  • È stato dimostrato un fenomeno molto interessante: il CBD ha un ruolo benefico anche nell’induzione al risveglio, ad esempio dopo operazioni chirurgiche, coma o sogno lucido indotti e stati di trance.

  • Nuovi studi su cannabis e apnea ostruttiva del sonno sostengono che cannabinoidi sintetici come il nabilone e il dronabinolo possono avere benefici a breve termine per l’apnea notturna a causa della loro interazione con i recettori della serotonina.

  • Un’altra revisione sistematica spiega come nonostante i molteplici benefici riportati dai pazienti che assumono CBD, spesso sia presente un disturbo del sonno causato da un periodo di astinenza da parte di abituali consumatori. A questo si aggiungono diversi studi che dimostrano come si rendono necessarie terapie per l’insonnia causata dall’interruzione di trattamenti con cannabis.


Hai ancora dubbi?
Ecco le risposte alle domande più frequenti dei nostri clienti

Quanto CBD dovrei assumere per l'insonnia?


Ciascun individuo puó rispondere diversamente all’assunzione di quantitativi differenti di CBD in relazione a diversi parametri quali:
- Peso corporeo
- Etá
- Motivo per il quale assume il CBD
- Coesistenza di piú problematiche di salute
- Contemporanea assunzione di farmaci
Ad oggi la maggior parte degli studi scientifici sono stati condotti utilizzando un dosaggio variabile dai 50mg/die agli 800 mg/die. Il nostro consiglio è sempre quello di consultare il parere di un medico.

Ci sono effetti collaterali?


La canapa è generalmente considerata sicura per esseri umani e animali. Ad oggi infatti, non risultano studi scientifici che riportano effetti negativi relativi all'assunzione di CBD. Tuttavia, in alcuni casi sono stati rilevati effetti collaterali determinati però dall'assunzione contemporanea con farmaci. Per questo motivo consigliamo, specialmente se si sta assumendo qualche tipo di farmaco, di chiedere suggerimenti al proprio medico curante.

Il CBD puó creare dipendenza?


Ad oggi in letteratura non sono stati dimostrati problemi di abuso o dipendenza fisica sia in campo animale che umano relativi all'assunzione di CBD.

Il CBD ha effetti psicoattivi?


Il CBD, a differenza del THC, non ha attività psicotropa; al contrario numerosi sono gli studi che evidenziano come possa contrastare o ridurre gli effetti negativi del THC. La ricerca suggerisce che piú che definire il Cannabidiolo sostanza non psicoattiva bisognerebbe definirla non inebriante, questo perché malgrado abbia notevoli effetti sul cervello, sembrerebbe essere privo di quelle caratteristiche che potrebbero trasformarlo in una sostanza in grado di dare fenomeni di abuso o dipendenza.


Hai ancora dubbi?
Ecco le risposte alle domande più frequenti dei nostri clienti

Quanto CBD dovrei assumere per l'insonnia?


Ciascun individuo puó rispondere diversamente all’assunzione di quantitativi differenti di CBD in relazione a diversi parametri quali:
- Peso corporeo
- Etá
- Motivo per il quale assume il CBD
- Coesistenza di piú problematiche di salute
- Contemporanea assunzione di farmaci
Ad oggi la maggior parte degli studi scientifici sono stati condotti utilizzando un dosaggio variabile dai 50mg/die agli 800 mg/die. Il nostro consiglio è sempre quello di consultare il parere di un medico.

Ci sono effetti collaterali?


La canapa è generalmente considerata sicura per esseri umani e animali. Ad oggi infatti, non risultano studi scientifici che riportano effetti negativi relativi all'assunzione di CBD. Tuttavia, in alcuni casi sono stati rilevati effetti collaterali determinati però dall'assunzione contemporanea con farmaci. Per questo motivo consigliamo, specialmente se si sta assumendo qualche tipo di farmaco, di chiedere suggerimenti al proprio medico curante.

Il CBD puó creare dipendenza?


Ad oggi in letteratura non sono stati dimostrati problemi di abuso o dipendenza fisica sia in campo animale che umano relativi all'assunzione di CBD.

Il CBD ha effetti psicoattivi?


Il CBD, a differenza del THC, non ha attività psicotropa; al contrario numerosi sono gli studi che evidenziano come possa contrastare o ridurre gli effetti negativi del THC. La ricerca suggerisce che piú che definire il Cannabidiolo sostanza non psicoattiva bisognerebbe definirla non inebriante, questo perché malgrado abbia notevoli effetti sul cervello, sembrerebbe essere privo di quelle caratteristiche che potrebbero trasformarlo in una sostanza in grado di dare fenomeni di abuso o dipendenza.


Scarica GRATIS la guida in PDF per acquistare CBD in sicurezza

Hai sentito parlare del CBD, ma vorresti avere maggiori informazioni per effettuare un acquisto in tutta sicurezza? Sei nel posto giusto. La guida che abbiamo realizzato affronta gli argomenti più utili per chi come te è ancora indeciso se fare il primo passo o meno.

Cosa troverai nel pdf:

  • Che cos'è il CBD
  • Benefici del CBD
  • Come si produce CBD
  • Modalità di consumo
  • CBD: effetti collaterali e possibili interazioni
  • Come si conserva il prodotto
  • Come riconoscere un prodotto di qualità
  • I prodotti Enecta
  • Come effettuare acquisti dal sito ed usare i codici sconto
  • Costi e tempi di spedizione

Compila il modulo a lato e scarica subito la guida!